Pollock e gli Irascibili. Espressionismo astratto a Roma

Complesso del Vittoriano ‒ Ala Brasini, Roma ‒ fino al 24 febbraio 2019. La sperimentazione, l’energia e l’anticonformismo irrompono nella sede romana. “Pollock e la Scuola di New York” racconta la grande rivoluzione dell’Espressionismo astratto, il movimento americano che, dal dopoguerra in poi, proclamò New York capitale dell’arte mondiale.

Leggi

Roma, rubate 20 “pietre d’inciampo” realizzate dall’artista Gunter Demnig, in memoria dei cittadini ebrei deportati

Roma, rubate 20

L’Associazione Arte in Memoria e il primo Municipio I hanno deciseo di promuovere un “presidio silenzioso”, invitando tutti i cittadini romani a testimoniare il loro sdegno contro questo atto riprerorevole

ROMA – Sono state strappate dal selciato e rubate nella notte a Roma 20 “pietre d’inciampo” installate a via Madonna dei Monti 82 e realizzate dall’artista tedesco Gunter Demnig, in memoria dei cittadini ebrei deportati nei campi di concentramento.  

La denuncia arriva dall’Associazione Arte in Memoria che dal 2010 si occupa dell’installazione delle pietre nella Capitale. Le pietre rubate, dedicate a 20 membri della famiglia Di Consiglio, erano state installate il 9 gennaio del 2012. 

In un post scritto su Facebook la presidente del Municipio I di Roma, Sabrina Alfonsi, dichiara: “Il Municipio è vicino all’Associazione Arte in Memoria che dal 2010 si occupa di queste installazioni e favorirà al più presto il ripristino delle stesse”. 

Nel frattempo l’Associazione Arte in Memoria e il primo Municipio ha decisio di promuovere “un presidio silenzioso a cui invitano tutti i cittadini romani per testimoniare il loro sdegno contro il furto delle 20 pietre d’inciampo in memoria della famiglia Di Consiglio sterminata dai nazi-fascisti. Aderiscono – si legge in una nota – l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e la Comunità Ebraica di Roma. Appuntamento è oggi, lunedì 10 dicembre, alle ore 20,00 in via Madonna dei Monti 82 a Roma”.

Leggi

Sogno in nero di un animo multicolor. La moda di Marco De Vincenzo

La sua vita è stata segnata dai viaggi, l’ultimo dura da quasi dieci anni. Marco De Vincenzo scrive un nuovo capitolo del suo racconto di bellezza, e vuole farlo esagerando. Il designer siciliano – direttore del proprio marchio e responsabile creativo della pelletteria di Fendi ‒ racconta il suo percorso a metà strada fra arte, ricordo e colore.

Leggi