Agli Uffizi un tunnel d’acciaio di 12 metri: è l’installazione “Passage” di Gormley. Immagini

Antony Gormley Passage, 2016 [detail] acciaio Corten Collection of Museum Voorlinden, Wassenaar, The Netherlands Per gentile concessione Galleria Continua, San Gimignano / Beijing / Les Moulins / Habana Fotografia di Ela Bialkowska, Okno Studio © l’artista

Dal 26 febbraio al 26 maggio 2019, la Galleria ospita la retrospettiva dedicata all’artista inglese, dal titolo “Essere”

FIRENZE – Dopo l’installazione “Clearing VI”, del 2010 alla Strozzina e la mostra “Human” al Forte Belvedere nel 2015, l’artista Antony Gormley torna a Firenze con una maxi installazione, la più grande mai accolta agli Uffizi, dal titolo “Passage”: un tunnel di acciaio nero, lungo 12 metri, che ricalca la figura umana, permette al visitatore di sperimentare momenti di pura inquietudine e puro smarrimento. 

L’inedita installazione è parte dei lavori che compongono l’esposizione “Essere”,  il cui nucleo principale, composto da 12 opere, è ospitato nell’Aula Magliabechiana degli Uffizi. Altri due lavori sono invece collocati all’interno del percorso espositivo della Galleria, al secondo piano, mentre un’altra,Event Horizon” è stata installata sulla terrazza degli Uffizi.

In stretta relazione con “Passage” è l’opera “Room” (1980) – una serie di abiti dell’artista tagliati in un nastro continuo largo 8 millimetri che definisce un recinto quadrato di 6 metri per 6, non accessibile al pubblico. Si tratta dunque di un dialogo per contrasto fra queste due opere, della contrapposizione tra stasi e movimento, fra spazio immaginativo e reale.

La rassegna propone diverse opere realizzate per l’occasione, tra cui “Veer II” (2018), un’evocazione tridimensionale in ghisa di un teso sistema nervoso al centro del corpo, a grandezza naturale, e “Breathe” (2018), un’opera espansiva di grandi dimensioni ricoperta di piombo che applica i principi cosmici del Big Bang alla singolarità di un corpo soggettivo.

Si è inoltre voluto cercare un dialogo con la collezione storica degli Uffizi attraverso una sala dedicata al confronto tra l'”Ermafrodito dormiente”, copia romana di età imperiale da un originale ellenistico del II secolo a.C. poggiante su un basamento, e il blocco “Settlement” (2005) che abbraccia invece il pavimento.

Abbiamo messo a punto la mostra in collaborazione con l’artista – spiega  il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt – modellandola sia sulla sua carriera personale sia sullo spazio del museo, tenendo conto dei capisaldi della storia dell’arte che ha l’onore di ospitare. Il cuore della mostra sarà nell’Aula Magliabechiana degli Uffizi, mentre altre tre opere saranno distribuite in vari punti della Galleria. L’uomo è al centro dell’esperienza, ma Gormley rifiuta ogni mimesi, ogni scontato riferimento casuale alla Natura. Le sue creazioni in ghisa, acciaio, tessuto, cemento e argilla – sottolinea  Schmidt – interagiscono in modo coinvolgente con lo spettatore, diventando oggetti-soggetti che attirano l’attenzione, offrendo stimoli inaspettati per azione e reazione riflesse e affrontando il digitale con il rendere fisico il pixel”. 

{igallery id=9477|cid=1376|pid=1|type=category|children=0|addlinks=0|tags=|limit=0}

Vademecum

ANTONY GORMLEY
ESSERE
SEDE ESPOSITIVA
Aula Magliabechiana, Uffizi, Firenze
PERIODO DELLA MOSTRA
26 febbraio – 26 maggio 2019
PREZZO BIGLIETTO
Dal 25 febbraio al 28 febbraio:
biglietto intero € 12.00; ridotto € 6.00 per i cittadini dell’U.E. tra i 18 e i 25 anni;
Dal 1 marzo a fine mostra:
biglietto intero € 20.00; ridotto € 10.00 per i cittadini dell’U.E. tra i 18 e i 25 anni;
gratuito riservato a minori di 18 anni di qualsiasi nazionalità, portatori di handicap ed un accompagnatore, giornalisti, docenti e studenti di Architettura, Conservazione dei Beni Culturali, Scienze della formazione, Diploma di Laurea di lettere e filosofia con indirizzi di laurea archeologico o storico-artistico, Diploma di Laurea o corsi corrispondenti negli Stati membri dell’Unione Europea, insegnanti italiani con contratto a tempo determinato e indeterminato in servizio presso una scuola pubblica o paritaria

ORARIO
martedì – domenica ore 8.15 – 18.50; la biglietteria chiude alle 18.05. Chiuso il lunedì

SERVIZIO DIDATTICO PER LE SCUOLE
Visita guidate per le scolaresche solo su prenotazione. Costo di € 3.00 ad alunno.
Info e prenotazioni: Firenze Musei 055.294883

SERVIZIO VISITE GUIDATE
Info e prenotazioni: Firenze Musei 055.290383
firenzemusei@operalaboratori.com”; firenzemusei@operalaboratori.comwww.gallerieuffizimostre.it”

Leggi

Gauguin a Tahiti. Al cinema un nuovo docu-film sul pittore francese

Arriva nelle sale il 25, 26 e 27 marzo, distribuito da Nexo Digital, il film evento dedicato alla figura di Paul Gauguin. La storia di un artista che lasciò tutto per seguire la sua ispirazione primitiva e reinventare la pittura occidentale. Con la partecipazione straordinaria di Adriano Giannini

Leggi

Ritratti, feticci, muri e pregiudizi. Sfregiato a Napoli il ritratto della Trantina

Anche i muri restituiscono la temperatura del momento. Raccontando storie significative, ma intercettando spesso l’odio, il pregiudizio, la discriminazione. A Napoli dei vandali sfregiano il ritratto della più nota trans cittadina. Scoppia il caos. E nell’indignazione necessaria, l’occasione è utile per riflettere su modi, forme e linguaggi della Street Art e dell’arte pubblica.

Leggi