Daniel Templon inaugura la sua seconda galleria a Parigi con una mostra di Jan Fabre

Lo storico gallerista francese ha aperto una seconda sede a Parigi a pochi passi dal Centre Pompidou. Una decisione in assoluta controtendenza rispetto ai colleghi che guardano sempre più ai sistemi emergenti. Al contrario, Daniel Templon punta ancora una volta su Parigi, raddoppiando spazi ed attività…

Leggi

“The Unknown” il bar di Las Vegas a firma Damien Hirst

Inaugurato la scorsa settimana il locale, che si trova all’interno del resort Palms Casino, è stato disegnato interamente dall’artista. In mostra permanente anche alcuni suoi lavori tra cui lo squale sotto formaldeide del 1999

LAS VEGAS – Si chiama The Unknown il bar all’interno del Palms Casinò Resort di Las Vegas, progettato dal più celebre dei “Young British Artists”, ovvero Damien Hirst, che sul Los Angeles Times ha puntualizzato infatti: “I musei sono fatti per i morti. Mi è sempre piaciuto invece come l’arte possa esistere ovunque”. 

Non è la prima volta che l’artista si cimenta nel settore “hospitality”, questo è infatti il suo terzo progetto, i precedenti sono i due ristoranti Pharmacy e Pharmacy 2, rispettivamente a Notting Hill e a Lambeth.

La realizzazione del bar nel resort americano, interamente pensato da Hirst anche nel logo, rientra nei lavori di ristrutturazione appena terminati per la cifr di 620milioni di dollari. 

Al suo interno Hirst ha posizionato la celebre scultura-installazione del 1999 dello squalo tigre,  galleggiante nella formaldeide, diviso in tre parti, in tre teche disitnte che fanno da sfondo al locale. Alle pareti 16 dipinti sempre dell’artista della serie “Pharmaceutical”. 

 

Leggi

La performance e l’“effetto Berlino” al CAC di Ginevra

Il Centre d’Art Contemporain di Ginevra ogni anno offre un programma che favorisce lo scambio e la condivisione dei suoi spazi da parte di personalità artistiche. Stavolta questa piattaforma ha ospitato una tre giorni di living art, confermando una grande sensibilità nella scelta di una programmazione così vicina al contemporaneo e alla dialettica delle sue ultime tendenze.

Leggi

Arcipelago Italia: alla Biennale di Architettura cinque progetti ibridi per il futuro del Paese

Fuori le città; dentro i territori distanti, “spazialmente e temporalmente”, dalle aree urbane maggiori. Nel padiglione curato da Mario Cucinella, le possibilità di rilancio dell’Italia remota, sfregiata, invisibile assumono la forma di cinque progetti sperimentali

Leggi