Sei qui

Twin Peaks presto diventerà un gioco in realtà virtuale. Ecco il progetto firmato da David Lynch

Ebbene sì: molto presto sarà possibile immergersi all’interno dei paesaggi e dei luoghi surreali di Twin Peaks grazie alla realtà virtuale. A ideare il progetto è David Lynch, regista e produttore insieme a Mark Frost dell’iconica serie televisiva che al suo debutto, negli anni Novanta, è stata consacrata come un cult da pubblico e critica di tutto il mondo, rappresentando un caso emblematico che ha rivoluzionato e messo in discussione il genere delle serie TV. Twin Peaks VR sarà presentato al pubblico il prossimo 13 ottobre in occasione del Festival of Desruption, rassegna curata dallo stesso Lynch dedicata all’arte, alla musica e alla cultura in perfetto stile lynchiano.

David Lynch
David Lynch

TWIN PEAKS VR

Il gioco in realtà virtuale consentirà ai partecipanti di immergersi ed esplorare i luoghi più iconici della serie televisiva, compresi quelli di Twin Peaks: The Return, sequel di 18 puntate mandato in onda lo scorso anno dal canale statunitense Showtime. Sarà così possibile vestire i panni dell’agente speciale dell’FBI Dale Cooper, giunto nella cittadina di Twin Peaks per indagare sulla misteriosa morte di Laura Palmer, e presto protagonista delle surreali vicende del piccolo centro ambientate in atmosfere surreali e inquietanti, grottesche e horror. Tra i luoghi che saranno sviluppati in realtà virtuale, quelli già confermati sono Glastonbury Grove, una località fittizia nella foresta che circonda la città di Twin Peaks, e l’iconica Red Room, la sala extra-dimensionale in cui i giocatori, proprio come Cooper, si troveranno immersi e dalla quale dovranno riuscire a liberarsi per ritornare alle loro vite reali. Il gioco, che è arricchito da citazioni e suoni della serie televisiva, nasce dalla collaborazione tra Lynch, Showtime e Collider Games.

IL FESTIVAL

Twin Peaks VR sarà presentato ufficialmente durante il Festival of Desruption, che si terrà dal 13 al 14 ottobre presso The Theatre at Ace Hotel di Los Angeles. La rassegna, curata da David Lynch, includerà anche una conferenza sulla meditazione tenuta da Norman Rosenthal, una sessione di domande e risposte con Francis Ford Coppola e Fetish, una mostra di Lynch e del designer di scarpe high-end Christian Louboutin. I proventi del festival, la partecipazione da parte del pubblico è a pagamento, andranno alla David Lynch Foundation, che sostiene le popolazioni a rischio attraverso la tecnica della Meditazione Trascendentale.

– Desirée Maida

Los Angeles // dal 13 al 14 ottobre 2018
Festival of Desruption
The Theatre at Ace Hotel
www.festivalofdisruption.com

Articoli Correlati

Lascia un commento