Sei qui

Risiko Fiere. MCH Group, società proprietaria di Art Basel, vende la India Art Fair

La notizia era già nell’aria da mesi, adesso però è arrivata la conferma ufficiale: l’MCH Group, azienda che gestisce il colosso fieristico Art Basel, ha ceduto la propria quota di maggioranza (pari al 65%) della India Art Fair alla Angus Montgomery Ltd, società di produzione di eventi che adesso è l’unica proprietaria della fiera (e di cui prima possedeva il 35% delle quote azionarie).

IL NUOVO CORSO DELL’MCH GROUP

L’uscita di scena di MCH Group dalla India Art Fair è l’ennesimo step della nuova politica adottata dall’azienda svizzera: vendere i pacchetti azionari delle fiere “locali” di cui è stata proprietaria o comproprietaria per focalizzare energie e risorse su Art Basel. risale allo scorso giugno la notizia della vendita delle quote di Art Düsseldorf, cedute ad Angus Montgomery Ltd e alla TFI Ltd, società supportate rispettivamente da Sandy Angus e Tim Etchells. Entrambi gli imprenditori vantano già nel proprio portfolio le fiere Taipei Dangdai, Art Central Hong Kong, Photofairs Shanghai e Sydney Contemporary, confermandosi così tra i principali attori del sistema fieristico asiatico (sono stati proprio Angus ed Etchells, nel 2007, a fondare la fiera Art HK, acquistata nel 2011 da MCH Group e trasformata poi in Art Basel Hong Kong nel 2013). “Il gruppo adotterà ulteriori misure per ridurre i costi, concentrare le sue iniziative e gli investimenti strategici e snellire la sua organizzazione”, argomentava qualche tempo fa il gruppo svizzero in una nota stampa, giustificando così anche il dietrofrónt su Art SG, nuova fiera di cui MCH Group – in collaborazione con Angus Montgomery Arts e Tim Etchells – aveva annunciato la nascita con la prima edizione prevista a marzo 2019. “Siamo lieti che un partner affidabile stia rilevando le nostre azioni e stia assumendo un forte impegno nei confronti della India Art Fair”, ha dichiarato Bernd Stadlwieser, nuovo CEO di MCH Group. “Sandy Angus continuerà a far crescere la fiera con successo”.

MCH GROUP E “LA TESTA DI SERIE” ART BASEL

Quello in corso alla MCH Group può essere quindi definito uno snellimento organizzativo ed economico, finalizzato al convogliamento di energie e risorse sul marchio Art Basel – compresa l’iniziativa Art Basel Cities, che ha fatto il suo esordio nel settembre 2018 a Buenos Aires con la curatela di Cecilia Alemani – e su Masterpiece London, che dal 2017 è entrata a fare parte del portfolio della società. “Dobbiamo e desideriamo sviluppare ulteriormente la nostra competenza in un’esperienza integrata, ovvero competenze di marketing nel campo fisico e digitale”, spiegava l’ex CEO di MCH Group Hans-Kristian Hoejsgaard. “Questo è un processo molto impegnativo e richiederà un lungo periodo di tempo. La nostra più grande sfida sta nel trovare il giusto equilibrio tra le misure necessarie per stabilizzare l’azienda e gli investimenti che – nonostante le risorse limitate – dobbiamo fare in futuro”.

– Desirée Maida

www.mch-group.com

Articoli Correlati

Lascia un commento