Parte col botto la stagione dell’arte a Torino. Ecco dove andare per Ouverture

Ad Ouverture, il tradizionale opening collettivo delle gallerie associate in TAG – Torino Art Galleries, si aggiunge per il secondo anno consecutivo il vernissage della rete degli spazi no-profit torinesi riuniti nella piattaforma Colla. La sera del 21 settembre inaugurano tutti insieme per un evento condiviso senza precedenti. Ecco l’elenco delle mostre da non perdere.

Leggi

Franceschini, Milano modello per investimenti culturali

Franceschini, Milano modello per investimenti culturali

Il ministro in occasione dell’inaugurazione del progetto “Palazzo Litta Cultura” ha ricordato comela città abbia avuto ”grandi investimenti pubblici e grandi investimenti privati. Da Prada a Feltrinelli ad Armani”

MILANO  – Il ministro per i Beni culturali, Dario Franceschini, a Milano in occasione della presentazione del progetto “Palazzo Litta Cultura”, un’iniziativa multidisciplinare che coinvolge arte, design, fotografia, cinema, musica, poesia, teatro e danza, ha rimarcato come Milano si possa considerare un punto di riferimento nel Paese in fatto di investimenti nel settore culturale. 

“L’inaugurazione di questo nuovo spazio culturale raccoglie molte cose su cui il sistema Paese deve lavorare”, ha detto Franceschini. “In Italia – ha sottolineato il ministro – abbiamo attraversato momenti in cui gli investimenti sulla cultura erano considerati marginali: era la fase in cui si diceva che ‘con la cultura non si mangia’. Questa fase e’ ormai alle spalle”. “Certo – ha continuato il ministro – “c’è ancora molto da fare. Ma ormai sta emergendo in modo credo irreversibile una nuova centralità della cultura, che non è solo eventi ma anche investimenti su talenti, creatività e innovazione”.

“Questo progetto – ha detto ancora Franceschini – nasce con la volontà di mescolare cultura con la creatività”. “Milano  – ha concluso – ha avuto grandi investimenti pubblici e grandi investimenti privati. Da Prada a Feltrinelli ad Armani. Mi pare che questa sia la strada giusta”. 

Leggi

Padova. L’affascinante viaggio alla scoperta di Galileo: artista, poeta, letterato oltre che scienziato

Guercino, Atlante (particolare) - Museo Bardini

Una grande esposizione a cura di  Giovanni C.F. Villa per la  Fondazione Cariparo, celebra, in tutta la sua completezza di uomo e scienziato, la figura di Galileo, uno dei massimi protagonisti del mito italiano ed europeo

PADOVA – “Rivoluzione Galileo” questo il titolo della mostra che aprirà i battenti il prossimo 18 novembre al Palazzo del Monte di Pietà di Padova.  Si tratta  di un omaggio al grande genio, raccontato per la prima volta nelle sue molteplici sfaccettature: lo scienziato padre del metodo sperimentale, il letterato esaltato da Foscolo, Leopardi, Pirandello, Ungaretti, De Sanctis e Calvino, il  musicista virtuoso, l’artista tratteggiato da Panofsky come uno dei maggiori critici d’arte del Seicento, l’imprenditore di cannocchiali, microscopi e compassi, lo studioso di viticoltura con la passione per il vino dei Colli Euganei. 

Al fine quindi di restituire la completezza e la complessità di Galileo, Giovanni C.F. Villa riunisce in Palazzo del Monte di Pietà un numero impressionante di opere d’arte, a partire dagli splendidi acquerelli e schizzi dello stesso Galileo, che mostrano la sua altissima qualità di disegnatore. Il percorso si snoda  attraverso sette secoli, tra capolavori assoluti dell’arte occidentale e reperti di diverso genere che consentono di scoprire un personaggio da tutti sentito nominare ma da pochi realmente conosciuto. Si passa dalle opere di Durer e Leonardo Da Vinci a quelle dei Brueghel, di Govaerts ed Elsheimer, fino ad arrivare all’ampia sezione di arte contemporanea  che da Previati e Balla giunge fino ad Anish Kapoor, presente in mostra con l’opera di apertura.

L’arte si intreccia con la scienza, la tecnologia e l’agiografia galileiana, restituendo 

compiutamente la parabola umana di Galileo celebrato in una Padova che lo vide protagonista per 18 anni. E’ la stessa Università agli Studi di Padova che, come ha annunciato il suo Rettore, prof. Rosario Rizzuto, ha deciso di affiancare alla Mostra un programma di iniziative, incontri, approfondimenti sulla figura di colui che è stato uno dei suoi più illustri docenti e Maestri.

La mostra resterà aperta fino al 18 marzo 2018.

Leggi

La voce silenziosa dei teatri. I “Monologues” di Michele Spanghero in mostra a Chicago

Il sound artist italiano presenta negli Stati Uniti una videoinstallazione che lo vede impegnato nella registrazione della risonanza acustica dei teatri vuoti. La Fenice di Venezia e la Lyric Opera House di Chicago sono i teatri coinvolti nel suggestivo, silenzioso e vibrante dialogo diretto da Spanghero

Leggi

La voce silenziosa dei teatri. I “Monologues” di Michele Spanghero in mostra a Chicago

Il sound artist italiano presenta negli Stati Uniti una videoinstallazione che lo vede impegnato nella registrazione della risonanza acustica dei teatri vuoti. La Fenice di Venezia e la Lyric Opera House di Chicago sono i teatri coinvolti nel suggestivo, silenzioso e vibrante dialogo diretto da Spanghero

Leggi