Roma. Festival Internazionale Documentari su Arte e Architettura

Roma. Festival Internazionale Documentari su Arte e Architettura

Dal 30 ottobre al 3 novembre, alla Casa dell’Architettura di Roma Torna Conversazioni Video curato dall’associazione culturale Art Doc Festival, promosso dalla Casa dell’Architettura di Roma

ROMA – Il festival si svolge nell’ambito delle Risonanze della Festa del Cinema di Roma, con il patrocinio del Mibact – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. 

I documentari in concorso son  sedici e sono stati selezionati tra centosessanta partecipanti, divisi nelle due categorie di “Arte” e “Architettura”, realizzati dal 2014 ad oggi e provenienti da ogni parte del mondo (America, Belgio, Francia, Giappone, Italia, Portogallo e Spagna), che verranno mostrati durante le quattro giornate di proiezioni alla Casa dell’Architettura di Roma. 

I documentari hanno come tema la vita e le opere di grandi architetti: Tadao Ando, l’architetto “Samurai”; Vittorio Giorgini e la sua “balena” nel bosco di Baratti in un poetico racconto in anteprima al nostro Festival; Frei Otto, i cui lavori vengono analizzati da Zaha Adid, in una delle sue ultime interviste prima della scomparsa; Eero Sarinen, alla scoperta del quale intraprendiamo un viaggio accompagnati da suo figlio Eric Saarinen, direttore della fotografia. Scopriremo, inoltre, le case e la vita quotidiana di alcuni dei più importanti designer del mondo con il documentario Dove vivono gli architetti. 

Il Festival è anche l’occasione per incontrare grandi personaggi dell’arte. Tra questi Salvador Dalì, nel secondo documentario della trilogia che sta realizzando la Fondazione Gala-Salvador Dalì; Berthe Morisot, unica donna del gruppo degli Impressionisti; Gillo Dorfles, in un ritratto corale tratteggiato da testimonial d’eccezione: Achille Bonito Oliva, Mario Botta, Fulvio Caldarelli, Andrea Cortellessa, Gino Di Maggio, Federica Pirani, Luigi Sansone, Angela Vettese); Daniel Buren con la sua installazione per la Fondazione Louis Vuitton a Parigi. 

I giovani artisti borsisti dell’Accademia di Francia racconteranno invece la loro esperienza romana nel documentario in anteprima assoluta “A mani nude”. Altra anteprima è la storia della ex fabbrica di pasta Pantanella, nel documentario “Pantarei Pantanella”. 

Ogni giornata sarà inoltre arricchita dalla presentazione dei documentari da parte di esperti e dei registi dei film in concorso. 

La giuria del Festival,  curato da Antonella Greco, Benedetta Nervi, Lia Polizzotti,  è composta da: Antonella Greco, Presidente Art Doc Festival, Alfonso Giancotti, Presidente del CTS della Casa dell’Architettura, Elisabetta Cristallini, Prof.ssa di Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Università della Tuscia di Viterbo, Edoardo Dell’Acqua, regista e Claudio Libero Pisano curatore. L’ingresso a tutte le proiezioni è libero e gratuito. Per i professionisti appartenenti all’Ordine degli Architetti che si accrediteranno è previsto il conferimento di 3 CFP per ciascuna delle giornate. 

Programma 

Tutti i giorni dalle ore 17.00
INGRESSO GRATUITO

LUNEDÌ 30 OTTOBRE

ore 17.00 INAUGURAZIONE

ore 17.15 CONCORSO ARCHITETTURA
SAMURAI ARCHITECT TADAO ANDO
Regia di Shigenori Mizuno
Giappone, 2015, 73’, giapponese, sottotitoli in inglese

ore 18.30 CONCORSO ARCHITETTURA
AZIMUT
Regia di Emiliana Santoro
Italia, 2016, 15′, italiano, sottotitoli in inglese

ore 18.50 CONCORSO ARTE
URBAN ART PORTOGHESE A ROMA
Regia di Leonardo Meuti
Italia, Portogallo, 2016, 17’, portoghese, sottotitoli in italiano

ore 19.10 CONCORSO ARTE
A MANI NUDE. GLI ARTISTI DI VILLA MEDICI
Regia di Michele Di Salle
Italia, 2017, 53′, Inglese, Francese, sottotitoli in italiano

MARTEDÌ 31 OTTOBRE

ore 17.00 INTRODUZIONE ALLA SERATA

ore 17.15 CONCORSO ARTE
THE SECRET LIFE OF PORTLLIGAT. SALVADOR DALÍ’S HOUSE
Regia di David Pujol
Spagna, 2017, 60′, inglese

ore 18.15 CONCORSO ARCHITETTURA
LA BALENA NEL BOSCO
Regia di Emanuele Piccardo
Italia, 2017, 15′, italiano, sottotitoli in inglese

ore 18.30 CONCORSO ARCHITETTURA
PANTAREI PANTANELLA
Regia di Emilia Rosmini
Italia, 2017, 40′, italiano, sottotitoli in inglese

ore 19.15 CONCORSO ARCHITETTURA
FREI OTTO: SPANNING THE FUTURE
Regia di Joshua Hassel
USA, 2016, 60′, inglese, sottotitoli in inglese

GIOVEDÌ 2 NOVEMBRE

ore 17.00 INTRODUZIONE ALLA SERATA

ore 17.15 EVENTO SPECIALE
Presentazione di uno dei video realizzati dagli studenti della facoltà di Ingegneria/Architettura dell’Università di Roma “Tor Vergata”, per l’esame di Storia dell’Architettura.

ore 17.30 CONCORSO ARTE
LA BIBLIOTECA RICCARDIANA
Regia di Maria Teresa de Vito
Italia, 2014, 28′, italiano

ore 18.00 CONCORSO ARCHITETTURA
SPAZIO, LUCE, SACRALITÀ
Regia di Vincenzo Capalbo, Marilena Bertozzi
Italia, 2015, 16′, solo musica

ore 18.15 CONCORSO ARCHITETTURA
DOVE VIVONO GLI ARCHITETTI
Regia di Francesca Molteni
Italia, 2014, 78′, italiano

ore 19.30 CONCORSO ARTE
IMPRESSIONS MORISOT
Regia di Monique Quintart
Belgio, 2016, 52′, francese, sottitoli in italiano

VENERDÌ 3 NOVEMBRE

ore 17.00 INTRODUZIONE ALLA SERATA

ore 17.15 CONCORSO ARCHITETTURA
EERO SAARINEN. THE ARCHITECT WHO SAW THE FUTURE
Regia di Peter Rosen
USA, 2016, 68′, inglese

ore 18.30 CONCORSO ARTE
SIMMETRIE VOL II. LA VIA DELLA CONCILIAZIONE
Regia di Roland Sejko
Italia, 2016, 9’, solo musica

ore 18.40 CONCORSO ARTE
GILLO DORFLES. ESSERE NEL TEMPO
Regia di Fulvio Caldarelli
Italia, 2017, 50′, italiano

ore 19.30 CONCORSO ARTE
DANIEL BUREN. L’OBSERVATOIRE DE LA LUMIÈRE, FONDATION LOUIS VUITTON
Regia di Gilles Coudert
Francia, 2016, 25′, francese, sottotitoli in inglese

Ore 20.00 PREMIAZIONE

Leggi

Archeologia, scoperta necropoli merovingia in Germania

Archeologia, scoperta necropoli merovingia in Germania

Nei pressi di Lipsia una quindicina di tombe, tra cui quella di un guerriero “gigante” e quella di una donna trafitta da una barra di ferro all’altezza del petto

ROMA – E’ stata rinvenuta recentemente, durante uno scavo archeologico in Germania a Theißen, nei pressi di Lipsia, una necropoli di età merovingia, quindi risalente al VI secolo d.C. 

Sono circa una quindicina le tombe riportate alla luce, tra queste alcune presentano alcuni elementi “bizzarri” o quantomeno anomali. Oltre alle sepolture di cavalli, pratica frequente tra le società barbariche quella di seppellire questi animali, è stata ritrovata una tomba all’interno della quale è deposta una donna di un’età compresa tra i 16 e i18 anni. La particolarità sta nel fatto che la giovane ha le mani legate dietro alla schiena e il suo corpo appare trafitto da una barra di ferro all’altezza del petto. Si pensa che la ragazza potesse essere malata o disabile, o addirittura additata come strega e che per questo sia stata trafitta, al fine di evitare, secondo le credenze dell’epoca, un suo possibile ritorno nel mondo dei vivi. 

In un’altra sepoltura è invece deposto il corpo di “un gigante”, si tratta infatti di un uomo con un’altezza spropositata per l’epoca, circa due metri. L’uomo deve essere stato quasi sicuramente un guerriero, visto che accanto al corpo è depositata una lancia e una spada. 

Tra i resti anche alcuni gioielli di cristallo e di bronzo. Gli scavi archeologici proseguiranno anche a novembre. 

Leggi

Teatrino di Palazzo Grassi. Conversazione tra la curatrice Caroline Bourgeois e l’artista Edith Dekyndt

Studio View, Pinault Collection Residency, Lens, 2017

Venerdì 27 ottobre alle ore 18.00. Conversazione in francese con traduzione simultanea in italiano ad ingresso libero

Edith Dekyndt, artista belga classe 1960, è stata protagonista da gennaio 2017 della seconda residenza d’artista fondata dalla Pinault Collection presso la città di Lens, antico centro minerario nel nord della Francia, sede del nuovo museo Louvre-Lens.

L’artista  ha concluso nel corso dell’estate il proprio periodo di ricerca a Lens, avviato il 16 gennaio 2017, dopo Melissa Dubbin (1976, Las Cruces, New Mexico) e Aaron S. Davidson (1971, Madison, Wisconsin), protagonisti della prima stagione di residenza d’artista.

Il nuovo spazio dedicato alle arti del nostro tempo della Pinault Collection è stato inaugurato a dicembre 2015 all’interno dell’antico presbiterio della canonica cittadina. Completamente ristrutturata ad opera dello studio NeM / Niney et Marca architectes, l’edificio è stato trasformato in uno spazio in cui ospitare artisti emergenti o già consacrati, permettendo loro di progettare e lavorare alle proprie opere grazie al sostegno della Collezione e in stretta connessione con la comunità locale.

I partecipanti al progetto di residenza d’artista a Lens a cura della Pinault Collection sono selezionati da un comitato che riunisce rappresentanti dalla Pinault Collection, del FRAC Nord-Pas de Calais, del Fresnoy – Studio national des arts contemporains e del Louvre-Lens.

Gli artisti protagonisti delle prossime edizioni sono Lucas Arruda, da settembre 2017 all’estate 2018, e Hicham Berrada, da settembre 2018 all’estate 2019.

Il calendario completo della stagione culturale è disponibile sul sito di Palazzo Grassi, alla pagina “calendario” www.palazzograssi.it

Leggi

Biennale d’Orléans (I). Il lato filosofico dell’architettura

L’architettura come disciplina di progetto ma soprattutto di pensiero e d’audacia. “Marcher dans le rêve d’un autre” è il titolo scelto per indicare la continuità fra le visioni del passato e quelle del presente, sul filo di una narrazione che rinnova il passato attraverso la progettazione. Un approccio curatoriale non convenzionale caratterizza la prima edizione della Biennale d’Orleans, incentrata sul racconto del lato umanistico, anziché tecnico, dell’architettura.

Leggi

Museo Egizio di Torino. Appuntamento speciale con Spiriti e fantasmi faraonici

Museo Egizio di Torino. Appuntamento speciale con Spiriti e fantasmi faraonici

Da sabato 28 ottobre a mercoledì 1 novembre, alle ore 10.10 un vero e proprio viaggio alla scoperta degli dei e della magia egiziana

TORINO – Protagonisti di questo incontro organizzato in occasione di Halloween sono anime sempre in lotta per mantenere il prezioso equilibrio tra bene e male, superando prove e pericoli e affrontando spiriti agguerriti.

Le visite guidate permetteranno di scoprire i misteri e le curiosità legati al suggestivo mondo dell’aldilà degli Egizi.

Formule, rituali, curiose iscrizioni e scene figurate guideranno i visitatori lungo il percorso espositivo e mostreranno loro un mondo accessibile grazie ad una profonda conoscenza e intriso di potente magia.

Racconti curiosi, che il Museo si prepara a condividere con i partecipanti alla visita guidata, per approfondire la conoscenza della sfera ultraterrena e del passaggio tra la vita e la morte attraverso gli occhi degli antichi Egizi

Vademecum

Spiriti e fantasmi faraonici
Pubblico: bambini (6-11 anni) accompagnati dai genitori
Data e orari: 28-29-30-31 ottobre e 1 novembre, ore 10:10
Prezzo al pubblico: € 5,00 (biglietto di ingresso escluso)
Prenotazione obbligatoria: dal lunedì al venerdì, 8:30 – 19:00; sabato, 9:00 – 13:00.
Telefono: 011 4406903 – mail: info@museitorino.it
 

Leggi