Fantagraphic. Il Cile di Allende in un graphic novel

La notte del 4 settembre 1970 la storia del Cile cambiò radicalmente direzione. Per mille giorni l’incarnazione di un mondo libero percorse il Paese e lo portò alla ribalta globale. Un graphic novel ripercorre oggi aspirazioni e fallimenti dell’esperienza politica del Compañero Presidente. Bianco, nero e toni di grigio a ricordare “gli anni di Allende”.

Leggi

Fantagraphic. Il Cile di Allende in un graphic novel

La notte del 4 settembre 1970 la storia del Cile cambiò radicalmente direzione. Per mille giorni l’incarnazione di un mondo libero percorse il Paese e lo portò alla ribalta globale. Un graphic novel ripercorre oggi aspirazioni e fallimenti dell’esperienza politica del Compañero Presidente. Bianco, nero e toni di grigio a ricordare “gli anni di Allende”.

Leggi

Al via la seconda edizione di Rome Art Week

Al via la seconda edizione di Rome Art Week

Dal 9 al 14 ottobre 2017 è in programma la seconda edizione del progetto culturale che per una settimana coinvolgerà l’intera città di Roma con eventi artistici organizzati dalle strutture espositive e dagli artisti che operano nella Capitale

ROMA – Scopo dell’iniziativa è principalmente quello di riunire il mondo dell’arte contemporanea offrendo una panoramica della  produzione artistica di Roma, cercando inoltre di costruire una rete tra le strutture espositive, gli artisti, i curatori e i critici del mondo dell’arte. Altra finalità è quella di allinearsi alle altre capitali europee, dove già da anni vengono organizzate Art Week o Gallery Weekend. Si tratta dunque di una manifestazione utile quale strumento di conoscenza, approfondimento e impulso al mercato e alla comunicazione della Roma contemporanea, proiettandola anche all’attenzione dei circuiti internazionali.

Durante la manifestazione – a totale titolo gratuito – tutte le strutture partecipanti organizzeranno uno o più eventi (vernissage, visite guidate, talk critici, conferenze, performance, etc.) per presentare e promuovere al pubblico la loro “visione” dell’arte contemporanea. Gli artisti apriranno ai visitatori le porte dei propri studi per mostrare la loro ricerca e, in alcuni casi, coinvolgerli nel lavoro creativo; gruppi di artisti, con critici e curatori presenteranno al pubblico i loro progetti culturali d’avanguardia, in spazi espositivi inusuali.

Il sito web romeartweek.com, disponibile anche in lingua inglese, fornirà le informazioni necessarie sull’iniziativa, con un calendario degli eventi e la mappa interattiva dei luoghi da visitare. Le copie cartacee dei programmi saranno disponibili presso gli aderenti a Rome Art Week.

Rome Art Week è un’iniziativa di Kou – Associazione no profit per la promozione delle arti visive.

Vademecum

Rome Art Week [RAW] 2017
Dal 09 Ottobre 2017 al 14 Ottobre 2017
Roma , Sedi varie
ingresso gratuito a tutti gli eventi
Info: +39 06 2112 8870
segreteria@romeartweek.com
romeartweek.com/it/

 

Leggi

Gli Uffizi cambiano il logo. Comunicazione, web e marketing, le nuove sfide per l’arte

Le istituzioni culturali devono sempre più confrontarsi con la comunicazione digitale e le possibilità offerte da internet non solo nei termini di diffusione delle informazioni e produzione di nuovi contenuti, ma anche per espandere il proprio brand e acquisire nuovo pubblico. Ecco gli esempi di due istituzioni italiane…

Leggi

Carabinieri TPC restituiscono all’Austria opere trafugate di eccezionale valore storico artistico

Carabinieri TPC restituiscono all’Austria opere trafugate di eccezionale valore storico artistico

Si tratta di tavole su fondo oro del XV secolo rubate tra il 1986 e il 1987 da due chiese austriache. La cerimonia di consegna si è svolta il 4 ottobre all’Ambasciata d’Austria presso la Santa Sede

ROMA – Sono otto le tavole a fondo oro, del XV secolo, di cui 4 dipinte recto-verso, che sono state restituite a S.E. Alfons KLOSS, Ambasciatore d’Austria presso la Santa Sede, in una cerimonia che si è svolta alla presenza del Generale di Brigata Fabrizio Parrulli, Comandante dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale e di S.E. Renè POLLITZER, Ambasciatore d’Austria in Italia. 

I dipinti sono parti di polittici realizzati dai maestri SCWAIGER Lorenz e MELCHIOR e sono stati smembrati nel corso di due distinti eventi criminosi in Austria, a danno delle chiese di Bad St. Lehonard – Carinzia e di Hallstatt avvenuti, rispettivamente, il 10 aprile del 1986 e il 19 marzo del 1987.

Il  recupero delle opere è stato possibile grazie alll’intervento del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale (TPC), nel corso di un’attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica di Ferrara.

Le indagini, sviluppate negli ambienti della mediazione d’arte operante sul mercato clandestino, sono state originate dall’acquisizione di una serie di fotografie tra cui quelle delle opere successivamente sequestrate. 

La qualità pittorica e i soggetti sacri rappresentati hanno fatto immediatamente intuire agli investigatori che la produzione artistica, di eccellente fattura, potesse essere estera e, in particolare, mitteleuropea. 

Il controllo effettuato nella Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti, gestita dal TPC, ha consentito di accertare che le opere erano il provento di due furti. Per quanto attiene al primo furto, il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale aveva già recuperato nel 1990 e nel 2008, 11 beni tra parti di polittici e dipinti.

L’identificazione ha permesso di bloccare le opere presso le abitazioni di due collezionisti prima che fossero esportati per ritornare ad alimentare il traffico internazionale di beni culturali.

{igallery id=7093|cid=717|pid=1|type=category|children=0|addlinks=0|tags=|limit=0}

Leggi

“Soup Cans & Superstars” il documentario sulla Pop Art

“Soup Cans & Superstars” il documentario sulla Pop Art

Venerdì 6 ottobre alle 21.15 su Rai5 il lungometraggio per capire il contesto nel quale è nato questo movimento artistico, lo spirito che lo animava e l’eredità che ha lasciato in tutto il mondo

Ispirandosi ai cartelloni pubblicitari e alle insegne onnipresenti nel paesaggio americano, artisti come Andy Warhol e Roy Lichtenstein – sfruttando le immagini  prodotte dai mass media e dalla pubblicità che reclamizzano gli oggetti di uso comune e i nuovi idoli del cinema e della musica – creano alcune tra le immagini più memorabili del XX secolo: l’intento è quello di svelare il lato oscuro del sogno americano. Nasce così tra la Gran Bretagna e gli Stati Uniti, alla fine degli anni ’50  e l’inizio dei ’60, la Pop Art.  

Nel documentario il critico d’arte e presentatore inglese Alastair Sooke, intervista protagonisti di primo piano come l’americano James Rosenquist e l’inglese Peter Blake, per capire il contesto nel quale è nato questo movimento artistico e lo spirito che lo animava, l’eredità che ha lasciato in tutto il mondo e in particolare il successo che ha avuto nella società e nella “produzione creativa” di una delle nazioni più in crescita degli ultimi decenni: la Cina. 

Leggi

Museo Egizio di Torino. Alla scoperta delle abitudini e della vita quotidiana degli antichi Egizi

Museo Egizio di Torino. Alla scoperta delle abitudini e della vita quotidiana degli antichi Egizi

Sabato 7 ottobre, alle ore 10.10  “A casa di Kha”, lavoro, famiglia e quotidianità sono i protagonisti del prossimo appuntamento del weekend

TORINO – La vita degli antichi egizi, divisa tra lavoro e famiglia, rispecchia per molti aspetti le difficoltà e le dinamiche che l’uomo moderno affronta anche oggi. Il percorso tematico, adatto a grandi e piccini, accompagnerà i visitatori alla scoperta delle attività quotidiane – piuttosto frenetiche – degli antichi egizi, che venivano alternate al prezioso tempo condiviso in famiglia.

Grazie al corredo funerario di Kha, architetto e scriba vissuto circa 3400 anni fa, e di sua moglie Merit, e ai numerosi reperti custoditi nel Museo, il pubblico potrà scoprire gli aspetti più curiosi della vita di tutti giorni.

Dai mobili agli oggetti funerari, dai vestiti agli strumenti di lavoro: i visitatori potranno  ammirare gli straordinari reperti custoditi dal Museo e ricostruire, grazie all’aiuto di una guida attenta, le abitudini e le attività quotidiane degli antichi egizi.

Vademecum

Museo Egizio – via Accademia delle Scienze 6
A casa di Kha
Pubblico: bambini (6-11 anni) accompagnati dai genitori
Data e orari: sabato 7 ottobre, ore 10:10
Prezzo al pubblico: € 5,00 (biglietto di ingresso escluso)
Prenotazione obbligatoria: dal lunedì al venerdì, 8:30 – 19:00; sabato, 9:00 – 13:00.
Telefono: 011 4406903 – mail: info@museitorino.it

 

 

Leggi