Fotogallery di Operae, la fiera di design di Torino da quest’anno al Lingotto ma nascosta ai più

L’ottava edizione di Operae porta design di qualità e gallerie di ricerca al Lingotto di Torino, proprio di fronte e proprio durante i giorni di Artissima. Solo che qui di solito si teneva una rassegna non molto rilevante, e oggi il pubblico della fiera principale non è abituato ad entrare. Un peccato.

Leggi

Fra poesia e impegno civile. Brescia celebra “l’italiano” Ferlinghetti

La città d’origine del padre che non ha mai conosciuto celebra Lawrence Ferlinghetti, colui che fu un Beat prima degli stessi Beat, mescolando utopia, rivolta, poesia e trasgressione. La mostra allestita ai Musei di Santa Giulia documenta le molte vite di un uomo che ha visto nella poesia un mezzo per cambiare il mondo, e la sua passione per la pittura concepita come l’estensione della parola sulla tela.

Leggi

Firenze. “Di queste luci si servirà la notte”, la personale di Adrian Paci

Firenze. “Di queste luci si servirà la notte”, la personale di Adrian Paci

La mostra è articalata in due sedi: quindici le opere esposte al Museo Novecento, tre delle quali inedite, due in mostra a “Le Murate. Progetti Arte Contemporanea”, a cui si aggiungono le video installazioni a Pelago e a Montelupo Fiorentino

FIRENZE – Nelle sedi fiorentine del Museo Novecento e de Le Murate. Progetti Arte Contemporanea e nei comuni di Pelago e Montelupo Fiorentino, co-produttori dell’evento, si svolgerà dall’11 novembre 2017 all’11 febbraio 2018, la personale di Adrian Paci dal titolo “Di queste luci si servirà la notte”,  a cura di Valentina Gensini. 

In mostra un corpus di lavori articolato che vede al centro i temi della migrazione, dell’identità e del flusso, sviscerati con intensità e poesia dall’artista, che ha molto a cuore questi soggetti. Rintracciando storie personali e richiamando alla mente fatti e trasformazioni della storia recente, Paci pone al centro la migrazione e la mobilità come una condizione ontologica dell’uomo, quanto mai attuale nell’epoca odierna in cui i concetti stessi di casa e di identità (culturale, politica e sociale) sono continuamente messi in discussione. L’esistenza viene interpretata come una ricerca continua, un movimento perenne e l’acqua, in questo senso, viene utilizzata dall’artista come metafora per eccellenza dell’idea di scorrimento e di flusso.

Spiega la curatrice: “Il progetto di Adrian Paci parte da lontano sono due anni che lavoriamo insieme, instaurando un rapporto privilegiato con la città e con il fiume. Quest’anno Paci è tornato per produrre una performance ed un video inediti: il poetico passaggio notturno di una barca sul fiume, sinuosa come una medusa con dieci tentacoli luminescenti (particolari fibre ottiche), ha indagato l’archeologia del fiume, con il flusso che nasconde e rivela, tradisce e risignifica. Da qui parte l’installazione prodotta da Murate. Progetti Arte Contemporanea e Museo Novecento per questo progetto, al centro della mostra”.

Vademecum

Firenze, Museo Novecento e altre sedi
Dal 11 Novembre 2017 al 11 Febbraio 2018
– Firenze, Museo Novecento e Le Murate. Progetti Arte Contemporanea ( da Martedi a Sabato 14-19.30, ingresso gratuito)
 11 novembre 2017 – 11 febbraio 2018
– San Francesco (Pelago), Ex fabbrica Tappeti (ingresso gratuito) 18 novembre 2017 – 11 febbraio 2018
– Montelupo Fiorentino, Fornace Cioni Alderighi (ingresso gratuito) 18 novembre 2017 – 11 febbraio 2018
Biglietti: Intero museo € 8,50; Ridotto museo (18-25 anni e studenti universitari) € 4; Intero mostra temporanea € 4; Ridotto mostra temporanea € 2; Museo + temporanea € 10; Ridotto Museo + temporanea € 5; Gratuito fino a 18 anni, gruppi di studenti e rispettivi insegnanti, guide turistiche e interpreti, disabili e rispettivi accompagnatori, membri ICOM, ICOMOS e ICCROM
www.museonovecento.it

 

Leggi