Ritratto di un artista nostalgico. Vladimir Yankilevsky a Mosca

MMOMA, Mosca ‒ fino al 29 aprile 2018. Dipinti, sculture, disegni, note, diari, la produzione grafica e i famosi album compongono una mostra che sembra (volutamente) confermare la presenza discreta di quest’artista fuori radar rispetto alla generazione dei non-conformisti a cui appartiene. Scettico verso le interpretazioni politicizzate del suo lavoro e forse anche un po’ ai margini nella battaglia creativa.

Leggi

“Caravaggio – l’Anima e il Sangue” torna al cinema il 27 e il 28 marzo

Il documentario d’arte più visto al cinema in Italia. L’elenco delle sale è pubblicato su www.nexodigital.it

Martedì 27 e mercoledì 28 marzo torna in centinaia di sale cinematografiche in tutta Italia “Caravaggio – l’Anima e il Sangue”, prodotto da Sky e Magnitudo Film e distribuito da Nexo Digital e che ha già portato al cinema, in soli tre giorni di programmazione, 130 mila spettatori raccogliendo 1 milione e 200mila euro al botteghino e diventando il documentario d’arte più visto al cinema in Italia, con un risultato pari a quello di un film d’animazione come Loving Vincent (candidato agli Oscar nella categoria ‘miglior film di animazione’). 

Dai creatori di “Raffaello – Il Principe delle Arti e di Firenze e gli Uffizi”, il documentario è un viaggio emozionante attraverso le opere e i tormenti di Michelangelo Merisi da Caravaggio, uno degli artisti più amati, controversi e misteriosi della storia dell’arte. Un’esperienza cinematografica emozionale, inquieta e quasi ‘tattile’ della sua vita e della sua arte in una delle prime produzioni in Italia girate in 8K, con la consulenza scientifica di Claudio Strinati e il prezioso contributo di Manuel Agnelli che presta la voce dell’io interiore di Caravaggio. Dopo il debutto italiano, il film sarà distribuito all’estero.

Leggi

Dopo l’opera anti-Trump, Martin Roth torna con una mostra a New York contro l’uso delle armi

Il rapporto tra gli Stati Uniti e l’uso delle armi è un argomento che tocca profondamente l’opinione pubblica internazionale. Sempre alto il numero delle stragi, spesso opera di persone che nella vita non hanno mostrato alcun segno di squilibrio, sempre troppo facile l’accesso alle armi. E mentre la politica s’interroga da anni se innalzare o […]

Leggi