Recuperato dai Carabinieri il “Sant’Ambrogio” rubato alla Pinacoteca di Bologna

Tempera su tavola, “Crocifissione e discesa al Limbo

Al termine della conferenza stampa, che si è tenuta venerdì 4 maggio presso l’aula Gnudi della Pinacoteca, il dipinto è stato riconsegnato al Direttore del Polo Museale dell’Emilia Romagna, Mario Scalini

BOLOGNA – “Sant’Ambrogio”, il dipinto olio su tavola di Giusto de’ Menabuoi, rubato il 10 marzo scorso all’interno della Pinacoteca Nazionale di Bologna, in pieno orario di apertura del museo, é stato recuperato dai Carabinieri dei beni culturali nell’ambito di un’operazione coordinata dalla Procura di Bologna. Sono state inoltre ritrovate anche altre due opere d’arte asportate nelle ultime settimane dai musei dell’Emilia Romagna. 

Come spiegato nella conferenza stampa, alla presenza del procuratore capo di Bologna, Giuseppe Amato, del comandante dei carabinieri tutela patrimonio culturale, Fabrizio Parrulli, e del comandante provinciale dei carabinieri di Bologna, Valerio Giardina: “I Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Bologna, in collaborazione con quelli del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale e con le Compagnie di Faenza ed Imola, coordinati dal Pubblico Ministero della Procura di Bologna, Dott. Roberto Ceroni, dopo le verifiche sui luoghi dei reati, si sono concentrati, con l’ausilio di attività tecniche, sulla ricerca e l’acquisizione delle registrazioni dei sistemi di video sorveglianza, installati all’interno delle strutture museali, nonché sulla pubblica via delle città interessate”. 

L’attenta e dettagliata ricostruzione dei fatti ha permesso di accertare il momento in cui i furti sono stati consumati in danno della Pinacoteca Nazionale di Bologna e di quella Comunale di Faenza, e anche di individuare l’ autore del furto, immortalato da alcune telecamere. Dopo una serie di indagini e un lungo pedinamento infatti l’uomo è stato fermato e la successiva perquisizione domiciliare ha consentito di recuperare, all’interno di un mobile, tutti i preziosi dipinti trafugati ed a comprova della sua colpevolezza, di rinvenire anche gli abiti utilizzati durante uno dei furti compiuti. 

 

Leggi

Una triennale liquida. Reportage da Bruges

A Bruges regna il silenzio, spezzato solo dal rumore delle carrozze che, trainate da cavalli, percorrono viuzze ciottolate, e centinaia di canali. Le macchine sono sporadiche e le insegne sono discrete per non intaccare e conservare il carattere storico della città. E l’atmosfera d’altri tempi. È nel cuore di questa cittadina incantata, Patrimonio mondiale dell’umanità, […]

Leggi

Da ex caserma a centro dedicato alla cultura contemporanea: a Hong Kong inaugura Tai Kwun

A Hong Kong un complesso progetto di restauro e riqualificazione destinerà gli spazi dell’ex area militare della città ad attività ed eventi culturali, con il coinvolgimento di archistar internazionali come Herzog & de Meuron. Tai Kwun – è questo il nome del nuovo centro – aprirà al pubblico il prossimo 25 maggio

Leggi

Tecnica vs narrazione. Thomas Ruff a Napoli

Galleria Lia Rumma, Napoli ‒ fino al 10 maggio 2018. Il fotografo tedesco Thomas Ruff torna a riflettere sui confini della relazione tra la soggettività del fare artistico e l’oggettività del mezzo fotografico. Lo spazio partenopeo di Lia Rumma accoglie una selezione di lavori recenti che spaziano tra tecniche dell’avanguardia e nuove tecnologie digitali.

Leggi

Il sudore come chiave per rileggere la storia. Gli italiani Molino&Lucidi approdano a Istanbul

Gli italiani Molino&Lucidi propongono per lo spazio indipendente di Istanbul AVTO una mostra che rilegge la storia da una prospettiva differente, sfidando luoghi comuni e pregiudizi. Abbiamo parlato anche con il gallerista che ci ha raccontato la difficile condizione degli operatori artistici in quelle zone…

Leggi