Sei qui

Musei Civici Firenze, da ottobre una card per i residenti con ingressi illimitati

Musei Civici Firenze, da ottobre una card per i residenti con ingressi illimitati

Il pass nominativo è stato introdotto con una delibera approvata dalla giunta comunale, su proposta dell’assessore alla Cultura Tommaso Sacchi, per avvicinare ancora di più i fiorentini al loro grande patrimonio artistico 

FIRENZE – Dal primo ottobre 2019 sarà possibile acquistare la Card del fiorentino “un passaporto culturale dedicato ai residenti a Firenze e nella Città metropolitana”  come spiega l’assessore alla Cultura Tommaso Sacchi, promotore dell’iniziativa, approvata dalla giunta comunale in data 12 agosto 2019. 

Si tratta di una card del costo di 10 euro che permetterà ai residenti a Firenze e nell’area della Città metropolitana di godere di ingressi illimitati ai musei civici e a tre visite guidate, su prenotazione. 

“Riteniamo fondamentale – ha sottolineato l’assessore – che i fiorentini possano usufruire di un biglietto ‘speciale’ per quelli che sono i ‘loro’ musei. Questo in aggiunta alle occasioni già offerte con le Domeniche Metropolitane, che continuiamo a organizzare a cadenza mensile con accesso gratuito per i cittadini metropolitani, e con l’altra iniziativa di promozione della cultura in atto, ovvero l’ingresso gratuito a tutti i musei civici aperti il lunedì per tutti i giovani europei tra 18 e 25 anni”. 

Il pass avrà una durata sperimentale di un anno e permetterà di visitare il Museo di Palazzo Vecchio, il Museo di Santa Maria Novella, il Museo Novecento, il Museo Stefano Bardini, la Cappella Brancacci e la Fondazione Salvatore Romano, il Forte di Belvedere e le torri e le porte dell’ex cinta Muraria. E poi ancora al Memoriale di Auschwitz, Museo del ciclismo Gino Bartali e Museo del Bigallo.

Articoli Correlati

Lascia un commento