Sei qui

Il circuito off di ArtVerona 2019. Una guida a mostre e eventi

Torna dall’11 al 13 ottobre la fiera ArtVerona e festeggia i suoi primi 15 anni. Oltre alle sezioni e agli stand interni alla manifestazione (di cui vi abbiamo parlato  qui), numerosi sono i progetti che animano il suo circuito, propagato per tutta la città. Tra installazioni, mostre e dj set, vi segnaliamo gli eventi off della fiera veronese da non perdere. Primo appuntamento, che apre la settimana dell’arte nella serata di giovedì 10 ottobre con La quarta notte di quiete: SCARTI a cura di Christian Caliandro, disseminato nel quartiere storico di Veronetta. Vi proponiamo inoltre una fuga fuori città al Mart di Trento e Rovereto dove inaugura la prima esposizione antologica in Italia dedicata a Richard Artschwager a cura di Germano Celant (12 ottobre – 2 febbraio 2020).

– Giulia Ronchi

NORMA JEANE E IL PATH FESTIVAL ALLE GALLERIE MERCATALI

Norma Jean Looney Park credits Mario Albergati
Norma Jean Looney Park credits Mario Albergati

Le Gallerie Mercatali aprono per la prima volta al pubblico in occasione dell’anniversario del 15 anni di ArtVerona: un’imponente architettura industriale di 6.400 mq collocata nel quartiere fieristico, oggetto di un intervento di restauro da parte di Veronafiere. È questa la cornice di Loony Park, installazione site specific, a cura di Paola Tognon, di Norma Jeane, l’artista genderless di Los Angeles. L’opera, concepita come un non luogo, interpreta il tema della festa e dei suoi riti in un’esperienza che evolve col passare delle ore: si confronta con un sottofondo musicale di Aldo Lanzini De Agostini Aviance durante il giorno, mentre dopo il tramonto si trasforma nella location dei grandi party a cura di Path Festival. Tra gli ospiti del dj set, Actress, Laurel Halo, Elena Colombi e Futuro Tropicale.

NORMA JEANE. LOONY PARK
11-12-13 ottobre 2019
Gallerie Mercatali
Viale del Lavoro, Verona

LA QUARTA NOTTE DI QUIETE: SCARTI

Simona Andrioletti, Fix me, 2019
Simona Andrioletti, Fix me, 2019

La mostra diffusa (o non-mostra, come la definisce il curatore Christian Caliandro) torna per la sua quarta edizione nel quartiere storico di Veronetta, inserendo i lavori di artisti giovanissimi e mid-career nei luoghi frequentati quotidianamente dagli abitanti del luogo, come bar, ostelli, ristorantini etnici, parrucchieri, supermercati e così via. Qui la lista degli 11 artisti che esporranno in 9 sedi differenti: Simona Andrioletti – The Hostello | Alessandro Bulgini – Caffè Pedrotti | Laura Cionci – Lo Speziale | Iginio De Luca – Osteria da Morandin | Giuseppe De Mattia – Business Ventures | Serena Fineschi – Upul Sri Lankan Restaurant | Bruno Lovato – Business Ventures | Rebecca Moccia – Mercatino del Libro Usato | Davide Monteseno – Salone Casa Hamid Hair Design | Michele Tannoia – Officina Pixel | Rita Valentino – Parrucchiere C’era una volta

La quarta notte di quiete: SCARTI
cura di Christian Caliandro
10, 11, 12 ottobre 2019
Sedi diffuse
Veronetta, Verona

MI CASA TU CASA – REVERSAL HOUSE

Daniel Gonzalez   Mi casa tu casa
Daniel Gonzalez Mi casa tu casa

Mi Casa Tu Casa –Reversal House racconta la parte più intima della vita dell’artista argentino Daniel González: un’architettura effimera, una casa fatta di oggetti quotidiani che sono ciò che ha di più caro. Una denuncia contro la miseria e la povertà di tutto il mondo che assume ancora più forza dopo un significativo episodio di censura: collocata nel padiglione di Haiti della XXII Triennale di Milano, è stata rimossa poco dopo dalla volontà dallo stesso governo haitiano. A seguito dell’episodio, ArtVerona si propone di darle nuova visibilità collocandola all’ingresso della propria sede.

Mi Casa Tu Casa – Reversal House
Dall’11 al 13 ottobre 2019
Galleria dei Signori
Viale dell’Industria, 37135 Verona

INNOBILIARE SUD OVEST

Brochure Innobiliare Sud Ovest principale
Brochure Innobiliare Sud Ovest principale

All’ingresso di ArtVerona, l’11 ottobre si trova anche l’installazione di un banchetto – volutamente improvvisato – di Innobiliare Sud Ovest, l’agenzia fondata dall’artista napoletano Giovanni Scotti. A metà tra performance e parodia della realtà, l’azione-fotografica è l’anticipazione del progetto che inaugurerà nel 2020 a Napoli nel più antico parco tematico d’Europa, Edenlandia. Un effetto straniante che mette sullo stesso piano la commerciabilità dell’arte e il settore immobiliare, accomunati dai meccanismi del sistema di mercato/valori, fatto di bolle e di speculazione.

Innobiliare Sud Ovest
anticipazione dell’azione-fotografica di Giovanni Scotti
venerdì 11 ottobre h11
ingresso Re Teodorico, Veronafiere

CONTEMPORANEE / CONTEMPORANEI

Contemporanee, Contemporanei, Polo Santa Marta
Contemporanee, Contemporanei, Polo Santa Marta

Al circuito creato da ArtVerona prende parte anche l’Università di Verona con AGI Verona, attraverso il progetto espositivo a cura di Denis Isaia Contemporanee/Contemporanei. La mostra è stata realizzata grazie al comodato d’uso delle opere di Giorgio Fasol (l’avevamo  intervistato) che ha recentemente dato nuova vita al polo di Santa Marta. Tra gli oltre 80 artisti italiani e internazionali, ci sono Adrian Paci, Debora Hirsch, Sisley Xhafa, Nico Vascellari, Jorge Paris, Shilpa Gupta, Loris Cecchini, Giovanni Ozzola, Gianni Caravaggio, Pierre Bismuth, Lawrence Carroll e Cristian Chironi: un percorso di formazione continua all’arte contemporanea che prevede attività didattiche e il coinvolgimento diretto degli studenti con convegni, talk e visite guidate alla mostra.

Contemporanee / Contemporanei
Fino al 25 ottobre 2019
Università di Verona-Polo Santa Marta
via Cantarane 24, Verona

3 MOSTRE ALLA GALLERIA D’ARTE MODERNA ACHILLE FORTI

Thomas Scalco Frammenti, GAM, ph.Valentina Zamboni
Thomas Scalco Frammenti, GAM, ph.Valentina Zamboni

In occasione di ArtVerona, la Galleria D’arte Moderna Achille Forti se la gioca con tre proposte di diverso tipo. La mostra MAURO FIORESE. Treasure Rooms (2014-2016) consiste in una raccolta di 26 scatti realizzati dal fotografo nei depositi dei maggiori musei italiani, sottolineando la bellezza di un patrimonio italiano nascosto. La Cappella dei Notai ospita invece Frammenti, l’insieme di opere site specific concepite da Thomas Scalco per un dialogo con l’architettura del luogo, attraverso una ricerca di grande rigore formale. Beyond, infine, è l’esposizione dei lavori di Gaia Serafini (Arzignano, 1997) e Patrick Wieser (Silandro, 1993), i giovanissimi vincitori della decima edizione del Premio First Step.

MAURO FIORESE. Treasure Rooms (2014-2016)
fino al 26 gennaio 2020
Frammenti – Installazione di Thomas Scalco
12 ottobre 2019 – 28 giugno 2020
First Step – Beyond
12 ottobre – 10 novembre 2019
Galleria d’Arte Moderna Achille Forti
Cortile Mercato Vecchio 6
37121 – Verona

LA STATUA DI ANSELM KIEFER ALL’ACCADEMIA DI VERONA

Ansel Kiefer, FÜR PAUL CELAN, Accademia di Belle Arti, FotoEnnevi MMF1148
Ansel Kiefer, FÜR PAUL CELAN, Accademia di Belle Arti, FotoEnnevi MMF1148

Für Paul Celan è una potente e monumentale scultura esterna di Anselm Kiefer in cemento armato ed elementi in piombo, parte di un ciclo di opere del 2005 dedicate al poeta Paul Celan. Una figura intellettuale considerata di massima ispirazione dal famigerato artista tedesco, alla quale dedica un ciclo di dipinti nel 1981 e numerose opere dagli anni Duemila. Celan riflette i valori essenziali della ricerca di Kiefer: la necessità di costruire un’arte che possa rappresentare ogni lato dell’esistenza, compreso l’orrore dell’Olocausto, per recuperarne la memoria e costruire una rinnovata consapevolezza nel presente, individuale e collettiva.

Articoli Correlati

Lascia un commento