Sei qui

Giocare con le opere d’arte. A Milano ritorna il city game “Collezionisti per un giorno”

Il 13 ottobre ritorna Collezionisti per un giorno, un city game per under 35 alla scoperta del mondo del collezionismo tra le vie di Milano, organizzato da Giovani Amici del Museo Bagatti Valsecchi. Abbiamo parlato con Valeria Barilli, la referente del progetto e responsabile degli Amici e dei Volontari del Museo. 

IL PROGETTO “COLLEZIONISTI PER UN GIORNO” 

“Quest’iniziativa”, racconta ad Artribune Valeria Barilli, “nasce già nel 2016 da un’idea di Speechati, un gruppo di giovani dell’Associazione Amici del Museo Bagatti Valsecchi che ha lo scopo di far conoscere lo spazio ai loro coetanei e di contribuire a innalzare l’attenzione sull’arte e la cultura a Milano. Nel corso del tempo abbiamo modificato questo ‘city game’ sui generis mutando sia il tempo di svolgimento sia le tematiche. Per il 2019”, continua Barilli, “‘Collezionisti per un giorno’ è stato portato avanti come lavoro di gruppo dagli studenti dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, all’interno del corso di Economia e gestione dei beni culturali e dello spettacolo, che ne ha gestito tutti i passaggi. Non a caso è stato scelto di sviluppare questa tematica perché cara ai fondatori del Museo Bagatti Valsecchi Fausto e Giuseppe che hanno speso gran parte della loro vita a raccogliere oggetti curiosi ed unici”. 

“COLLEZIONISTI PER UN GIORNO”. COME SI SVOLGE 

“Le squadre composte da quattro o sei componenti, in sole tre ore, dovranno guadagnare denaro virtuale, i ‘bagattoli’ attraverso prove pratiche e sfide culturali”, aggiunge sempre Barilli. “Quanto ottenuto dovrà essere utilizzato per acquistare vasi, mobili, quadri, manufatti e quant’altro per creare la propria collezione”. E conclude: “ogni squadra avrà a disposizione una pagina personale sul sito dell’iniziativa, dove visionare il resoconto dei punti, l’ubicazione delle prove e le ‘opere’ acquistabili. Al termine verrà offerto un aperitivo a tutti i partecipanti e saranno consegnati i premi che spaziano da soggiorni in castelli di lusso, cene e pranzi di altissimo livello…”. Il progetto è realizzato con la collaborazione di Casa d’Aste Cambi, l’Associazione dei Giovani Antiquari di Milano, dell’Associazione di spadaccini Fratres in enses sala d’arme Fisas Milano, l’Associazione Con.Cre.to, FIAB Milano Ciclobby e Giovani di Milano per la Scala. 

– Valentina Poli

www.collezionistiperungiorno.it

Articoli Correlati

Lascia un commento