Sei qui

Firenze. “Van Gogh e i maledetti” a S. Stefano al Ponte. Video

Firenze. “Van Gogh e i maledetti” a S. Stefano al Ponte. Video

L’ex-luogo di culto, a due passi da Ponte Vecchio, diventa la “Cattedrale dell’immagine” e per circa quattro mesi ospiterà l’inedito spettacolo multimediale immersivo realizzato da Crossmedia Group per la regia di Stefano Fake

FIRENZE – Santo Stefano al Ponte si è rifatta il look ed è diventata “Cattedrale dell’immagine”. Diversi sono i cambiamenti realizzati all’interno dell’ex chiesa che oggi è in grado di accogliere al meglio l’inedito show multimediale immersivo “Van Gogh & i maledetti”.

Innanzi tutto sono stati liberati tutti gli spazi all’interno dell’edificio  (non ci sonno più i grandi monitor-pannelli). Questo ha permesso di tornare visibili l’altare di Giambologna, la balconata di Buontalenti, le tombe terragne. Le immagini saranno quindi proiettate su qualsiasi superficie o elemento architettonico presente, attraverso l’utilizzo di proiettori di ultima generazione che promettono esperienze immersive più complete. L’obiettivo è quello di  richiamare turisti e fiorentini nell’ambiente che, non solo permette una nuova e completa lettura, ma può essere fruito sia attraverso il digitale, sia in versione più tradizionale. 

Cambia inoltre sede il bookshop della mostra (che si arricchisce di elementi didattici e multimediali) che trova spazio nel corridoio d’ingresso e non più nella cripta dell’ex-chiesa. 

La mostra 

“Van Gogh & i maledetti”  è un racconto digitale di 60 minuti, sviluppato per mezzo della multiproiezione a 360 gradi d’immagini ad altissima definizione e della diffusione in Dolby HD di un’avvincente colonna sonora originale. Lo scopo di questo progetto è quello di coinvolgere emotivamente il pubblico nella controversa vicenda umana e artistica di Vincent van Gogh, a cui fanno da contrappunto le vite e i lavori di alcuni grandi pittori a lui coevi, accomunati dall’esistenza travagliata e dall’anticonformismo, evidenti nelle seppur diverse forme espressive della loro produzione artistica. 

Insieme a Van Gogh, gli artisti compresi nella mostra sono: Paul Cézanne (Aix-en-Provence 1839 – Aix-en-Provence 1906), Paul Gauguin (Parigi 1848 – Hiva Oa 1903), Henri de Toulouse-Lautrec (Albi 1864 – Saint-André-du-Bois 1901), Chaïm Soutine (Smiloviči 1893 – Parigi 1942) e il toscano Amedeo Modigliani (Livorno 1884 – Parigi 1920). In mostra anche opere di altri artisti contemporanei che con le loro opere hanno contribuito alla rappresentazione della Parigi dell’epoca.

Infine arricchiscono l’esperienza multimediale: una sezione didattico/introduttiva con infografiche e monitor, le postazioni con gli Oculus per sperimentare la realtà virtuale 3D di un viaggio sensoriale all’interno di alcuni famosi quadri e l’avvolgente caleidoscopio d’immagini della “sala degli specchi”, posta all’interno della sala immersiva, che per la prima volta arriva a Firenze dopo aver raccolto un gran successo a Roma con Klimt Experience e che ora sta facendo altrettanto con Inside Magritte a Milano.

La mostra sarà aperta al pubblico dal 6 dicembre 2018 al 31 marzo 2019. 

Vademecum

Complesso monumentale di Santo Stefano al Ponte
Cattedrale dell’immagine
piazza di Santo Stefano 5 – Firenze
6.12.2018 | 31.03.2019
ORARIO
Tutti i giorni ore 10 – 19.30
Chiusura biglietteria ore 18.30
BIGLIETTI INDIVIDUALI
Adulti: € 13
Studenti e Over 65: € 10
Da 5 a 12 anni: € 8
Under 5: gratuito
BIGLIETTI FAMIGLIA
2 adulti + 2 bambini: € 34
2 adulti + 3 bambini: € 40
2 adulti + 4 bambini: € 44
GRUPPI*
Minimo 10 persone: € 9 cad.
Scuole: € 6 cad.
*prenotazione obbligatoria al numero 055-217418

Articoli Correlati

Lascia un commento