Premio Arte Laguna. Le novità della 12esima edizione

Premio Arte Laguna. Le novità della 12esima edizione

CoReVe, il Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero dei rifiuti di imballaggio in vetro sostiene la sezione dedicata a Sostenibilità e Arte. Aperta inoltre una nuova sezione di concorso dedicata all’Arte Urbana

VENEZIA – Dal 2015 il Premio Arte Laguna ha dato vita ad una sezione speciale del concorso dedicata alla Sostenibilità e all’Arte promuovendo una sensibilizzazione del gesto artistico, della creatività nel design e in generale delle arti visive e performative nei confronti delle strategie di Riuso Riduco Riciclo di alcuni materiali. Alla prima edizione, dedicata alla carta, hanno preso parte oltre 250 artisti provenienti da 46 Paesi. 

Quest’anno il Premio, giunto alla sua 12^ edizione, insieme a CoReVe, il Consorzio Nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero dei rifiuti di imballaggio in vetro e in collaborazione con ArcSOS – Archivi della Sostenibilità, Università Ca’ Foscari Venezia, apre le candidature agli artisti per il premio ARS – Arte Riuso e Sostenibilità del vetro.

ARS, Arte Riuso e Sostenibilità sarà dunque dedicato al vetro con un duplice obiettivo: promuovere l’arte sostenibile e contribuire alla divulgazione di un preciso messaggio legato al riciclo consapevole.

Il concorso è aperto ad artisti, designer, fotografi, video artisti e performer dai quali ci si attende grande originalità e creatività nella trattazione del tema proposto. 

La giuria sarà composta da una apposita commissione di cui faranno parte, oltre al Presidente di giuria del Premio Arte Laguna e curatore Igor Zanti, un referente di ArcSOS – Archivi della Sostenibilità, Università Ca’ Foscari e uno o più rappresentanti di CoReVe. Il vincitore, a cui spetterà un premio di 3.000 euro, verrà proclamato in occasione della cerimonia di inaugurazione della mostra dei finalisti del Premio Arte Laguna all’Arsenale di Venezia il 17 Marzo 2018.

Ma non è tutto. Il premio Arte Laguna ancora una volta si fa anticipatore per offrire una proposta culturale sempre più vasta e poliedrica ed apre con una nuova sezione di concorso dedicata all’Arte Urbana. Si tratta di una novità e unicità nel panorama nazionale dei concorsi d’arte. “Questa novità ci contraddistingue in modo assoluto nel panorama dei concorsi artistici, non solo nazionali – afferma Igor Zanti, curatore del Premio e presidente di giuria, –  abbiamo sempre voluto essere degli anticipatori, lo abbiamo fatto lo scorso anno dedicando un premio speciale all’arte sostenibile e continuiamo a farlo per poter offrire una proposta culturale sempre più vasta e poliedrica”.


Salgono così a nove le categorie artistiche a cui il contest internazionale si rivolge, categorizzazioni convenzionali che sempre più si contaminano, ma che permettono di mappare lo stato dell’arte attuale: pittura, scultura e installazione, arte virtuale, arte fotografica, grafica digitale, video arte e cortometraggi, performance, arte urbana e land art.
Gli artisti potranno candidare in questa sezione opere o progetti artistici e di riqualificazione urbana, street art e graffiti, dove l’intervento artistico sia in relazione con il tessuto urbano/cittadino in cui viene pensato.

Tutte le opere candidate varranno valutate da una giuria specifica che si occuperà dell’Arte Urbana e della Land Art composta, oltre che da Igor Zanti, anche da Simone Pallotta, curatore di arte pubblica e urbana ed Emanuele Montibeller, direttore artistico di Arte Sella – the contemporary mountain.

Tra i dieci finalisti la giuria individuerà la migliore proposta che si aggiudicherà un premio in denaro di 7mila euro, premio che si somma agli altri quattro assegnati ai vincitori assoluti delle altre categorie, per un montepremi totale di 35mila euro.
Al concorso possono partecipare artisti da tutto il mondo senza alcuna limitazione o tema, le candidature dovranno pervenire entro il 16 novembre 2017. Maggiori informazioni e bando di concorso sono disponibili su www.premioartelaguna.it

I PREMI DELLA 12^ EDIZIONE


Premi Artist in Residence

Si tratta di un programma di residenze d’arte in Italia e all’estero per permettere un’esperienza artistica di crescita a contatto con un nuovo ambiente o una nuova cultura, creare nuove opere e partecipare a nuove attività in un ambiente multiculturale. Le residenze vengono assegnate a tredici artisti e sono: San Francisco Art Residency; The Art Department in Turchia, GLO’ART in Belgio; Basu Foundation for the Arts a Calcutta; Espronceda a Barcellona; Serigrafia Artistica Fallani Venezia, residenza dedicata al vetro di Murano in collaborazione con Fornace Mian e Pentagram Stiftung; Arte Sella a Trento, Farm Cultural Park a Favara in Sicilia; Maradiva Cultural Residency, a Mauritius e The Swatch Art Peace Hotel a Shanghai.

Premi Business for Art

Un artista potrà collaborare con un’azienda padovana – Manifattura Zanetto – alla creazione di un vaso in metallo nobile con l’obiettivo di dare valore all’artigianato e al Made in Italy. In campo internazionale invece si sono strette collaborazioni con due piattaforme artistiche, una francese, Artmajeur e l’altra canadese, Biafarin che si occuperanno della promozione di sedici artisti.

Premi Artist in Gallery

Realizzazione di 3 mostre in Gallerie d’Arte internazionali comprensive di allestimento, inaugurazione e catalogo. Gli spazi sono: Galerie Isabelle Lesmeister in Germania; Galeria Fernando Santos in Portogallo; Chelouche Gallery for Contemporary Art a Tel Aviv.

Partecipazioni a Festival e Mostre collettive

Selezione di 12 artisti per la partecipazione ad eventi collettivi in Slovenia presso il Festival Art Stays, a Pechino con gli eventi organizzati da Art Nova 100 e a Venezia con l’Esposizione Internazionale di Sculture e Installazioni – Open.

Premio sostenibilità e arte – ARS (Arte Riuso Sostenibilità) del vetro Premio di 3.000 euro per il migliore progetto in grado di valorizzare il vetro nell’ambito delle strategie RRR (Riuso, Riciclo, Riduco). Promosso e ideato con gli Archivi della Sostenibilità, Università Cà Foscari Venezia, realizzato con il sostegno di CoReVe (Consorzio Recupero Vetro).



#artelagunaprize #premioartelaguna www.premioartelaguna.it






Leggi

Musei Vaticani. Codacons: “troppo affollati”, presentato un esposto

Musei Vaticani. Codacons: “troppo affollati”, presentato un esposto

In una nota l’associazione specifica: “La maggior parte delle segnalazioni ricevute dai turisti denuncia l’accalcamento nelle gallerie e nelle scale che portano alla Cappella Sistina, assenza di aria condizionata”

ROMA – Il Codacons (Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori) ha presentato un esposto  al Tribunale della Città del Vaticano, allo scopo di fare luce su quanto riportato dai media, in relazione alle criticità che da tempo si verificherebbero ai Musei Vaticani, legate in particolare alla gestione delle numerose presenze, che a detta di molti sarebbe inadeguata. 

A riferirlo è la stessa associazione in una nota, dove si legge:  “La maggior parte delle segnalazioni ricevute dai turisti denuncia l’eccessivo sovraffollamento dei Musei, con turisti che spesso si ritroverebbero accalcati nelle gallerie e nelle scale strettissime che portano alla Cappella Sistina, assenza di aria condizionata, scortesia del personale. A destare preoccupazione sarebbe soprattutto l’aspetto relativo alla sicurezza, considerato che la normativa italiana stabilisce come la densità massima in luoghi chiusi debba essere di 1,2 persone per mq”. Obiettivo dell’esposto è quindi, secondo quanto riferisce ancora il Codacons, quello di “verificare  la rispondenza alla realtà di quanto riportato dai media e dalla documentazione fotografica e aprire una istruttoria volta a verificare i fatti e le eventuali responsabilità onde impedire che possano verificarsi fatti e/o eventi in grado di incidere sul fronte della sicurezza, dell’incolumità della utenza e dei visitatori, nonché sul fronte della tutela dell’ordine pubblico”

Leggi