Sei qui

Il design della morte. Lanciata a Milano la funeral collection Potalove con party a tema. Le foto

Tra le tante feste organizzate in vista della design week milanese ne è andata in scena una un po’ particolare qualche sera fa: un Funeral Party. Un evento organizzato in un ex spazio industriale di Milano da Rosalba Piccinni – la “cantafiorista” di origine bergamasca (si è autoprodotta un disco pop-jazz, Arrivi, e ha fatto sei concerti al Blue Note) fondatrice del negozio di fiori/bistrot milanese Potafiori – per presentare il suo ultimo progetto di design Potalove, una vera e propria funeral collection. “Ho deciso di sviluppare Potalove dopo aver vissuto negli ultimi anni la morte di diverse persone a me care”, afferma Rosalba Piccinni. “La morte non dovrebbe essere solo un momento di dolore, ma anche di condivisione con i propri familiari e amici: mi sono sempre più convinta che fosse necessario cambiare l’estetica legata a questa occasione, a partire dalle bare, che dovrebbero essere l’ultimo oggetto di design a cui una persona nella sua vita si lega”. La collezione Potalove – visibile in occasione della Milano Design Week presso Potafiori – si compone di bare e urne dal design essenziale, che si trasformano in oggetti di interior dall’estetica unica: sono infatti interamente personalizzabili in termini di finiture (colori, rivestimenti, customizzazione delle superfici), così da potersi fare espressione della personalità degli acquirenti. Una collezione davvero particolare che è stata salutata, nel corso della serata di venerdì 13 aprile, da un sottofondo di Bach suonato dai pianisti Danilo Rea e Ramin Bahrami, dalle note di Personal Jesus dei Depeche Mode cantata da Johnny Cash, e da una performance musicale improvvisata su brani ispirati alle feste funebri di New Orleans, a cui si è unita la stessa Rosalba Piccinni cantando Lascia che io pianga. Ecco le immagini…

– Claudia Giraud

 

Articoli Correlati

Lascia un commento