Sei qui

Agire per dispetto. Marco Andrea Magni a Milano

È basata su una interconnessione di equilibri, rimandi, dettagli, esperienze, meditate contemplazioni di forme e di affiancamenti, la mostra che Marco Andrea Magni (Soregno, 1975) propone negli spazi di Loom Gallery. Ed è una mostra che invita il pubblico a immergersi in un’esperienza diretta, non solo contemplativa, grazie a una serie di didascalie appuntate dall’artista, con sintetiche rivelazioni sulle opere, posizionate in un allestimento sobrio che sollecita rimandi e analogie.
Uno spillo punge la superficie di un vetro, una matita – che il pubblico è invitato a introdurre in un foro – si tempera, cancellando se stessa; una linea tellurica divide due porzioni di uno stesso lavoro composto da due materie differenti. Altrove, due blocchi di marmo, posizionati su un piedistallo e in equilibrio grazie a un magnete, ribadiscono la volontà di Magni di confrontarsi con il dettaglio, la natura e l’imperfezione. Le cornici custodiscono altri dettagli, tessuti e sovrapposizioni di senso, da ricercare, con l’ausilio delle parole dello stesso Magni.

Lorenzo Madaro

Articoli Correlati

Lascia un commento